���La Mobilit�� del Possibile ��� proposte per l���Italia���

Mobilit�� elettrica, condivisa, intermodale e autonoma, sviluppo di nuove modalit�� di distribuzione delle merci, sostenibilit�� e mobility social impact: sono i temi al centro del convegno ���La Mobilit�� del Possibile ��� proposte per l���Italia���, organizzato da EY con il supporto del main partner Vodafone Automotive e del partner Samsung e il patrocinio dell���Agenzia per l���Italia Digitale. Oggi importanti CEO delle aziende Auto, Trasporto e Mobilit�� e rappresentanti delle istituzioni si sono confrontati su temi quali le nuove frontiere della mobilit�� sostenibile, i nuovi concetti della mobilit�� come ���Mobility as a Service��� e su come finanziare la rivoluzione in questo settore e le nuove progettualit��.

Come �� emerso dalla nuova ricerca realizzata da EY su un campione di 1.500 consumatori e presentata al convegno, gli italiani conoscono i servizi di sharing mobility, soprattutto nelle grandi citt��: a Roma, ad esempio, il 76,8% del consumatori conosce il car sharing contro il 72,7% dei milanesi, mentre il 62,4% dei romani conosce il bike sharing contro il 57,9% dei milanesi. Inoltre, tra coloro che hanno utilizzato questi servizi il 95% si dichiara soddisfatto (il 46,4% molto soddisfatto).
La mobilit�� condivisa non sembra avere un impatto sulle abitudini degli utenti: il 90,9% non le ha modificate, il 4,1% ha rinunciato all’unica auto di famiglia, l’1,4% a cambiare l’auto di famiglia e l’1,4% alla seconda auto.

Lo studio evidenzia un bisogno di intermodalit��: oltre la met�� degli italiani (53,9%) sono interessati ad utilizzare un pacchetto trasporti o un���unica tessera che racchiuda mezzi e servizi necessari ai suoi spostamenti: bus/tram/metro urbano (78,8%), parcheggio (39,6%), treno (38,4%), ma anche sconti nei negozi (30,4%), per l���ingresso a mostre e musei (21,5%) o nei ristoranti (21%).
Quanto invece all���auto a guida autonoma, il 42,4% degli italiani �� interessato ad utilizzarla, il 29,4% ritiene che render�� gli spostamenti pi�� sicuri e il 58,9% pensa che la utilizzeremo in un futuro ancora lontano.

Dichiara Donato Iacovone, Amministratore Delegato di EY in Italia e Managing Partner dell���area Mediterranea: ���L’adozione del digitale, l���innovazione tecnologica e la crescente convergenza tra i settori rappresentano un passaggio obbligato di cambiamento per il settore della mobilit��. Una sfida che, come in altri comparti, pu�� essere vinta solo attraverso una continua attenzione allo sviluppo e alla trasformazione delle competenze���.

Dichiara Paolo Lobetti Bodoni, Med Automotive & Transportation Leader di EY: ���Questi dati confermano che i nuovi servizi di mobilit�� hanno ampi margini di sviluppo nel nostro Paese. Abituati alle possibilit�� offerte dalle nuove tecnologie in tutti i campi, i consumatori italiani desiderano una mobilit�� integrata, innovativa, che risponda alla loro esigenza di semplicit��, comodit�� e velocit�� nello spostamento. E soprattutto guardano alla qualit�� del tempo di viaggio e alla possibilit�� di fare altre cose mentre si spostano, come comunicare o acquistare. Sviluppare una mobilit�� moderna nel nostro Paese si pu��, partendo da priorit�� quali la collaborazione tra pubblico e privato, la definizione di nuove e pi�� adatte forme di fiscalit��, la creazione di un ecosistema della mobilit�����.

Dichiara Gion Baker, CEO di Vodafone Automotive: ���Riteniamo che l���EY Mobility Think tank sia un���eccellente opportunit�� per confrontarsi sul futuro della mobilit��. Un ecosistema di sviluppo per la smart mobility �� gi�� una realt��, e sempre di pi�� le nuove tecnologie, come l’IoT, abiliteranno nuovi servizi che si tradurranno in valore per i clienti. Le reti ad alta velocit��, in particolare, permetteranno di trasmettere i dati quasi in tempo reale e di connettere il veicolo con l���ecosistema circostante. Siamo orgogliosi di avere un ruolo di primo piano nell’attuazione della mobilit�� intelligente in Italia, e di continuare a contribuire a un quadro normativo che permetter�� di incentivare l���adozione di queste nuove tecnologie���.

Dichiara Antonio Bosio, Product & Solutions Director di Samsung: ���All���interno di uno scenario nel quale la tecnologia contribuisce gi�� oggi a migliorare e semplificare numerosi aspetti della nostra vita, lavoriamo con entusiasmo affinch�� anche nell���ambito della Mobilit�� si possa attuare un���innovazione responsabile e di valore. IoT, Intelligenza Artificiale ed Auto Connesse come parte di un ecosistema aperto ed al tempo stesso semplice e sicuro, al centro del quale posizioniamo sempre la persona e le sue esigenze. Per le aziende si tratta di una grande opportunit�� di attivare collaborazioni anche tra soggetti eterogenei ancorch�� perfettamente complementari in questo nuovo contesto���.

Lascia un commento.

10 − quattro =