36.000 punti di ricarica per spingere la mobilità elettrica

 Entro il 2025 il Gruppo Volkswagen installerà 36.000 punti di ricarica in tutta Europa, per consentire di viaggiare sulle lunghe distanze in tutta tranquillità. Il percorso che porta a una mobilità elettrica di massa è composto da diverse strade.

Una di queste riguarda lo sviluppo dell’infrastruttura di ricarica che è fondamentale per consentire agli utenti di intraprendere viaggi anche sulle lunghe distanze in tutta tranquillità. Per questo il Gruppo Volkswagen installerà 36.000 punti di ricarica in tutta Europa entro il 2025 e 11.000 di questi saranno controllati direttamente da Volkswagen, visto che si troveranno negli stabilimenti e in circa 3.000 concessionarie.

Un’iniziativa che si aggiungerà alle altre già attive in questo campo, il servizio We Charge e la fornitura di energia pulita proveniente da risorse rinnovabili di Elli. “La rete di ricarica sarà sempre più importante per la diffusione della e-mobility; ricaricare un’auto elettrica deve diventare semplice e normale, come accade già con gli smartphone. È per questo che abbiamo bisogno di molte più colonnine negli spazi pubblici e di regole semplici per installare le wall box nei luoghi privati. Volkswagen vuole dare un segnale ed essere coinvolta a tutti i livelli” ha dichiarato Thomas Ulbrich, Board Member del brand Volkswagen con responsabilità per la mobilità elettrica. Secondo le stime di Volkswagen, nel prossimo futuro il 70% di tutte le operazioni di ricarica si svolgeranno a casa o al lavoro. A questo proposito, Elli offrirà soluzione complete sia per le aziende che per i clienti privati, partendo dalle wall box fino ad arrivare agli impianti a energia verde. Presso gli stabilimenti Volkswagen in Germania verranno installati 4.000 punti di ricarica, molti dei quali accessibili al pubblico.

Con il servizio We Charge i clienti avranno inizialmente accesso a oltre 100.000 punti di ricarica in tutta Europa, un numero che poi crescerà fino a 150.000. Inoltre, Volkswagen è coinvolta nella maggior parte dei consorzi, come per esempio Ionity, che promuovono l’installazione di punti di ricarica lungo le autostrade. Così chi guiderà un modello della famiglia ID. potrà ricaricarlo durante i viaggi sfruttando una potenza fino a 100/125 kW. Parlando invece delle aree urbane, alla fine di giugno verranno attivate 28 stazioni di ricarica rapida a Wolfsburg, nell’ambito delle iniziative per festeggiare gli ottanta anni di presenza del marchio tedesco in città. Infine, Volkswagen auspica un sempre maggiore coinvolgimento e supporto da parte delle amministrazioni pubbliche, riguardo l’espansione dell’infrastruttura di ricarica, anche attraverso l’attivazione di detrazioni fiscali e di crediti agevolati.

Lascia un commento.

cinque × due =