E Confindustria Ancma chiede con forza incentivi per il settore

Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) torna all’assalto per “chiedere forme di incentivazione per l’acquisto moto, ciclomotori e scooter EURO 4”. La richiesta dell’associazione raccoglie il grido d’allarme della rete di vendita fortemente penalizzata dal lockdown nel periodo di massima vendita.
 
“La particolare stagionalità del nostro mercato – spiegano ad ANCMA – richiede un intervento urgente per sostenere un comparto che con l’indotto offre occupazione a oltre 40mila persone e che nel 2019 ha contribuito con un gettito erariale di 5,5 miliari di euro”.
 
“Senza incentivi per i veicoli EURO 4 rimasti invenduti, il mercato 2020 vivrà una crisi profonda e chiuderà con una preoccupante previsione tra – 30 e – 40%. Di fronte a questo grave scenario e in virtù del rinnovato protagonismo che la mobilità su due ruote avrà nelle fasi post emergenza Covid-19 – si chiude il comunicato – chiediamo con forza al Governo di sostenere il rilancio della domanda”.


 

Lascia un commento.

otto − 5 =