Ecco cosa “vede” l’auto a guida autonoma