La cosa più stupida? Usare lo smartphone alla guida

Arriva l’APP “Linear BestDriver”, a disposizione di tutti gli automobilisti. Questa tecnologia è nata con l’obiettivo di misurare la velocità, la fluidità di guida, e soprattutto la distrazione al volante. L’app sviluppata dalla Linear Assicurazioni, la compagnia online del Gruppo Unipol, premia il comportamento virtuoso dei guidatori, per abituarli a mantenerlo nel tempo e a diventare dei “BestDriver”, cioè automobilisti più attenti e consapevoli.

Se qualche anno fa il rischio più grave era l’alcol, negli ultimi tempi la distrazione causata dagli smartphone è diventato il nemico più subdolo alla guida. Alcune piccole azioni che compiamo inconsciamente in macchina, come cambiare la canzone in streaming o aprire un messaggio, possono causare gravi rischi per sé e per gli altri. Distrarsi per 10 secondi ai 100 km/h corrisponde a percorrere circa 300 metri di strada senza prestarle attenzione, cioè 300 metri di strada al buio!

L’app “Linear BestDriver” è il frutto della collaborazione tra Linear e Leithà, il competence center del Gruppo Unipol per i Big Data e l’Artificial Intelligence. Leithà si è occupata del disegno e dello sviluppo dell’app, dei sistemi di raccolta ed elaborazione dei dati e dei modelli di machine learning indispensabili per il funzionamento dell’iniziativa. Il meccanismo dell’app è molto semplice: resta attiva in background e riconosce gli spostamenti in auto distinguendoli da quelli fatti su altri mezzi (es. autobus o treno). Durante i viaggi in auto, rileva come distrazione i tap sullo schermo e le chiamate senza vivavoce o bluetooth. Chi rimane concentrato sulla guida accumula punti e può vincere buoni Amazon al raggiungimento di piccoli traguardi, come 4 settimane di guida prudente o 5 ore senza distrazione. Linear ricompensa anche chi lascia feedback (l’app è ancora giovane), abbracciando la filosofia di sicurezza come valore comunitario e non individuale.

Per comunicare questo obiettivo di social responsibility, Linear – insieme ad Isobar, la global digital agency del gruppo Dentsu Aegis – ha realizzato una campagna adv priva della drammaticità, generalmente presente nelle campagne di sensibilizzazione. Per essere più coinvolgenti e vicini alle persone, ha scelto i The Jackal, la Content Factory napoletana nota per le sue capacità di trattare con un tone of voice ironico e leggero tematiche sociali rilevanti. I famosi “Youtuber” hanno ideato un video che ironizza sulle “cose più stupide” che si fanno col telefono. Il video è un’escalation di oltre 20 azioni inopportune che più o meno tutti possiamo aver fatto con lo smartphone e si conclude, sfruttando uno stacco d’impatto, con #LaCosaPiùStupida, cioè la distrazione durante la guida.

Creare consapevolezza sui rischi della distrazione alla guida: questo è l’impegno sociale di Linear che mette a disposizione le tecnologie per combattere questo rischiosissimo e diffuso fenomeno. “Quante volte per strada ci capita di vedere persone che guidano con gli occhi sullo schermo e il cellulare in mano? E’ pericolosissimo! La questione è semplice: vi fareste portare in auto da un conducente bendato e con una mano legata? Follia pura!” dichiara Andrea Rapetti, Direttore Generale di Linear. “Ma quanti ne sono veramente consapevoli? Linear e The Jackal si sono impegnati in una campagna che vuole affermare questa semplice e grave verità in modo chiaro e diretto, ma con un linguaggio e attraverso mezzi che favoriscano la partecipazione e la condivisione. L’app Linear BestDriver aiuta a misurare la tua capacità di non fare #lacosapiùstupida, ma non basta: ti premia per salvaguardare te stesso, i tuoi cari e chi sta intorno a te mentre sei al volante. E chissà che non si riesca a raggiungere l’obiettivo che basterebbe a giustificare questa campagna: salvare almeno una vita!”

Lascia un commento.

quattordici + 18 =