Liguria, il paradiso per gli scooter elettrici

 Installate 22 nuove infrastrutture per automobili e moto elettriche a Genova e Savona grazie al ‘Progetto mobilità sostenibile’, promosso da Regione Liguria e attuato da Ire. Un intervento finanziato dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti grazie ai fondi PNire 2015 (Piano nazionale infrastrutturale per la ricarica dei veicoli alimentati a energia elettrica). Arenzano, Cairo Montenotte, Cogoleto, Genova e Savona: sono questi, comunica in una nota la Regione Liguria, i 5 comuni protagonisti del progetto, con i quali la Regione ha firmato un protocollo di intesa in cui sono state installate stazioni di ricarica per auto e moto elettriche.

Duferco Energia si è occupata dell’installazione e sarà il service provider delle stazioni di ricarica. La proposta progettuale sviluppata da Regione Liguria, tramite Ire, ha previsto l’installazione di 22 colonnine, delle quali 6 con connessione auto+auto (22 kW + 22 kW) e 16 con connessione auto+moto (22 kW + 3,7 kW), di cui 6 a 4 prese poter ricaricare fino a 4 veicoli elettrici in contemporanea.

L’individuazione dei siti all’interno di ciascun comune è stata effettuata tenendo in considerazione i Piani urbani della mobilità e del traffico esistenti.

Le installazioni, a seguito della gara di appalto indetta, sono state affidate a Duferco Energia Spa, importante player nazionale nel settore della mobilità sostenibile. All’interno dell’affidamento sono comprese anche le attività di gestione e manutenzione delle stazioni di ricarica per un periodo di cinque anni. “La collaborazione con Regione Liguria – commenta Sergio Torre, direttore business development di Duferco Energia – è un chiaro esempio di come un approccio sistemico in grado di coinvolgere istituzioni, imprese private e realtà locali possa funzionare anche nell’ambito della mobilità elettrica. Tutte le infrastrutture sono già integrate nel circuito di roaming italiano ed europeo di Duferco Energia”.

Lascia un commento.

undici − tre =