Multe più salate, il 2019 comincia così

Anno nuovo multe nuove: 42 euro per un divieto di sosta, 83 per chi ‘invade’ una corsia preferenziale, 165 per chi guida parlando al telefonino senza vivavoce. Sono solo alcuni dei nuovi importi delle sanzioni in vigore da domani per chi commette infrazioni al volante: sulla Gazzetta Ufficiale del 29 dicembre 2018 e’ stato pubblicato infatti il decreto del ministero della Giustizia con l’aggiornamento biennale previsto dall’articolo 195 del Codice della strada del ’93 nella misura pari alla variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati: secondo uno studio dell’Asaps, l’Associazioni amici sostenitori polizia stradale, la variazione dell’ultimo biennio (+2,2%) si piazza al terz’ultimo posto nella classifica dei maggiori aumenti biennali, dopo il +21,2% del dicembre 1998 e il +17,5% del dicembre 1996 (che pero’ riguardava l’indice dei prezzi al consumo di quattro anni e non di due).

In particolare, il divieto di sosta nel 1993 veniva sanzionato con 50.000 lire (25,82 euro) mentre da domani parcheggiare la propria auto in modo irregolare costera’ un euro in piu’ (42 euro scontati del 30%, fino a 29,40, se pagati entro 5 giorni dalla contestazione). L’aumento percentuale della sanzione per le soste illegali tra il 1993 e il 2019 e’ del 62,6%. Dall’1 gennaio 2019 violare una zona traffico limitato o transitare abusivamente su una corsia preferenziale riservata al trasporto pubblico passera’ da 81 a 83 euro (importo scontato 58,10 euro), con un aumento del +60,7 %, rispetto alle 100.000 lire del 1993 (51,65 euro). 

Lascia un commento.

3 × 4 =