Prodotto in Italia il nuovo eQooder elettrico

“Nascerà a Varese, polo di eccellenza e storia del settore motociclistico, il nuovo eQooder elettrico”: questo l’annuncio fatto dalla casa svizzera durante la diretta sui social che è stata organizzata data l’assenza del salone di Ginevra. Uno show virtuale (quello “fisico” è stato annullato per il Coronavirus) che non ha mancato di sorprendere, come vuole la sua novantennale trazione.

“Un annuncio importante – ha spiegato Paolo Gagliardo, CEO Qooder – perché produrre in Lombardia, nel cuore dell’Italia produttiva, colpita dal contagio del virus, è un passo denso di significati. Ho voluto tenere la conferenza internazionale di lancio dei nostri nuovi prodotti in Italiano, come omaggio e segno di vicinanza ai tanti che in questo momento soffrono i problemi del Coronavirus. Certo – ha continuato Gagliardo – per via dell’emergenza contagio la produzione slitta di due mesi, ma i piani rallentano di poco: a giugno i primi veicoli verranno consegnati regolarmente”. Così la casa svizzera presenta il nuovo eQooder, l’xQooder, il Qooder facelift 2020 e la serie speciale limitata ispirata al mercato USA, tutte nuove declinazioni del famoso quattro ruote che si guida come una moto.

Debutti attesissimi perché costituiscono l’evoluzione del progetto Qooder, primo e unico veicolo al mondo con 4 ruote basculanti. La versione elettrica ha un’autonomia che supera i 150 km e garantisce una ricarica delle batterie in meno di 6 ore (collegabili ad una qualsiasi presa di corrente standard da 220V) e monta di serie la retromarcia e la frenata rigenerativa. Dal punto di vista tecnico l’eQooder ha un motore da 45 kW con coppia di 110 Nm e ha l’ultimo grido di sospensioni basculanti, le famose eHTS – Electronic Hydraulic Tilting System – ma anche la tecnologia motoristica californiana della Zero Motorcycles, azienda specializzata nel settore delle 2 ruote elettriche da oltre dodici anni. In vendita con un listino ufficiale che va da 17.490€ a 23.490€ , il nuovo eQooder non sostituisce nessun modello, ma si affianca alla già nota versione Qooder termica, presentata attraverso la diretta social con il nuovo facelift 2020, sempre con motori a quattro tempi. Entrambi i modelli, come tutto il resto della gamma, sono ordinabili sia su internet che in concessionaria.

Il nuovo xQooder invece, garantisce lo stesso livello di stabilità di un Qooder tradizionale ma, allo stesso tempo, ne accresce le caratteristiche di divertimento, in una versione più “estrema”, ottimale per l’off-road. Si tratta di un design che rivede l’ergonomia del veicolo specificatamente enduro con protezioni off-road in acciaio: posizione di guida motociclistica, con sella, manubrio e pedana che consentono di adattare il triangolo ergonomico in base alla tipologia di guida. Il frontale ha una linea protettiva per ospitare l’eHTS – Electronic Hydraulic Tilting System – con tecnologia multi-road, presente su anteriore e posteriore. Il sistema assicura una migliore performance su tipici sentieri sterrati. La parte posteriore presenta un codino alto che conferisce al mezzo leggerezza e dinamismo. Da segnalare il serbatoio spostato dalla parte posteriore a quella centrale, per avere una maggiore stabilità, anche nella guida in piedi. Durante la diretta è stato mostrato anche il nuovo Qooder serie speciale “Camp USA”, versione del veicolo ispirata al mercato statunitense in 50 unità, con specifico kit, livrea a stelle e strisce dedicata.

Lascia un commento.

sette − 5 =