Sony, l’hi-Tech vola

I buoni risultati della divisione dei semiconduttori spingono a livelli record l’utile operativo di Sony, che per�� anticipa un calo della domanda dei sensori per la telefonia mobile, e cita il corso sfavorevole dello yen – che eroder�� ulteriormente i profitti.

Per l’intero anno fiscale concluso il 31 marzo, il risultato operativo si assesta a a 735 miliardi di yen, circa 5,55 miliardi di euro, superando il precedente record del 1997; tuttavia le previsioni per l’esercizio in corso sono di una flessione dell’utile operativo dell’8,8% a 670 miliardi di yen.

“Ci aspettiamo un calo della domanda di sensori per immagini nel breve termine, dovuto alla saturazione del mercato della telefonia mobile”, ha detto il direttore finanziario della Sony Hiroki Totoki, “ma nel medio e lungo termine la richiesta di questi prodotti torner�� a crescere, in particolare nei dispositivi della sorveglianza e nel settore auto. Per l’anno fiscale 2018 l’azienda giapponese si attende una flessione dell’utile del 2,2% a 480 miliardi di yen, e un restringimento del fatturato nella misura del 2,9%, stimando un apprezzamento dello yen a quota 105 sul dollaro, da un livello di 110,9 nel 2017.

Lascia un commento.

diciassette + quindici =