Roma Motodays, ci siamo

Roma Motodays è ai blocchi di partenza e dal 5 all’8 marzo promette agli appassionati e ai curiosi divertimento, test ride, informazioni sulla mobilità, servizi legati al turismo, piloti, personaggi del mondo dello spettacolo, ma soprattutto una immersione totale nell’universo delle due ruote.

Tassellate, per i cordoli e il ginocchio a terra, di stile, personalizzate e custom, per viaggiare in libertà o muoversi in città: Roma festeggia le moto e i biker proponendo le ultimissime novità del mercato, aree tematiche, spettacoli e intrattenimento per ogni motociclista e ogni disciplina. L’appuntamento, giunto alla dodicesima edizione, vede protagonista la maggior parte dei costruttori tra i quali Benelli, Harley-Davidson, Honda, Husqvarna, KTM, Kymco, MV Agusta, Suzuki, Yamaha e molti altri che stanno aderendo in questi giorni. Givi, Hevik, Kappa, Metzeler, Michelin sono solo alcuni dei brand di componentistica, accessori e abbigliamento presenti e pronti a incontrare il pubblico.

I garage più importanti del panorama italiano stupiscono con vere e proprie opere d’arte. Nel Rione Officine vanno in scena fantasia, alta professionalità e creatività grazie alla presenza di special e custom che interpretano tendenze e linguaggi stilistici differenti. Lo spazio è animato anche da personaggi e contest dedicati. Il gusto per la storia è esaltato dalla Triple Fever, una straordinaria esposizione di modelli equipaggiati con un propulsore tre cilindri, le cui note caratteristiche di erogazione di coppia e potenza hanno affascinato generazioni di motociclisti. La Riding Experience, come di consueto, consente di verificare la reale guidabilità e le prestazioni dei modelli esposti, attraverso percorsi studiati appositamente e che prevedono diverse tipologie di tracciato.

Tra le aree speciali Welcome Bikers, il più grande spazio d’Italia dedicato al mototurismo (oltre 1500 mq) inserito in una manifestazione che racchiude i principali marchi italiani e internazionali. Sono presenti 20 tour operator provenienti da mercati esteri (dalla Colombia all’India passando per Portogallo, Inghilterra e tutto il bacino del Mediterraneo) e i principali operatori mototuristici italiani come ad esempio Motoexplora, LiberMoto; ambasciate e uffici del turismo da tutto il mondo pronti a supportare gli operatori. Ad oggi confermati Colombia, Argentina, Turchia, Brasile, Cuba, Sri Lanka, Algeria e tantissimi altri. L’edizione 2020 di Roma Motodays si preannuncia con obiettivi sempre più ambiziosi. Tornano i vettori navali con Caronte Tourist, GNV e SNAV, ampio spazio dedicato al tout-terrain con i protagonisti dell’Africa Eco Race e la presenza della Fondazione Meoni, che espone alcuni mezzi del compianto Fabrizio al quale Roma Motodays dedica la giornata di sabato nel quindicesimo anno dalla sua scomparsa. Per apprendere il comportamento corretto e le tecniche di primo soccorso, indispensabili quando si affronta un viaggio, Roma Motodays organizza un corso dedicato aperto a tutti gli interessati, a seguito del quale verrà rilasciato un attestato. Wheels to è lo spazio dedicato al futuro e alla mobilità: attraverso un serrato programma di convegni e workshop si affrontano tematiche che vedono impegnati i protagonisti del settore automotive nell’offerta di programmi e mezzi che garantiscono gli spostamenti individuali.

Quest’anno l’elettrificazione e tutto ciò che ruota intorno a questo argomento è sotto i riflettori, con diverse sorprese riservate ai visitatori. Emozioni, adrenalina e fiato sospeso sono garantiti nell’area esterna: sulla pista con allestimento sportivo vanno in scena gare e spettacoli e c’è spazio anche per la polvere sul tracciato di flat track. Protagonisti della Baby Area i più piccoli che potranno iniziare a coltivare una sana passione per le due ruote con gli istruttori della scuola di minicross che svelano i primi segreti per andare in moto.

Lascia un commento.

20 − diciassette =