Un nuovo Concept Interattivo di ZF apre la strada verso la guida autonoma

In occasione della fiera CES di quest’anno, ZF presenta un nuovo concept interattivo, che pu�� contribuire a ridurre lo stress del conducente e a prevenire gli incidenti. I conducenti spesso incontrano delle difficolt�� quando devono attivare, impostare e monitorare la moltitudine di funzioni di assistenza di cui sono dotati i veicoli moderni. Il nuovo ���Concept 2020��� di ZF risponde a questa sfida mostrando lo stato di tutti i sistemi di assistenza in un unico quadro d���insieme. Inoltre, grazie a questa tecnologia, i pi�� recenti sistemi di sicurezza integrati di ZF possono segnalare al conducente di intervenire quando �� necessario. Uno studio scientifico ha stabilito che “Concept 2020” pu�� accrescere anche la fiducia nei sistemi automatizzati.

Coloro che noleggiano veicoli di frequente, spesso devono far fronte a un problema comune e, pi�� precisamente, che le innumerevoli funzioni e impostazioni dei sistemi di assistenza nelle moderne autovetture non sono generalmente progettate per essere comprese in modo intuitivo. Le funzioni di comfort e di sicurezza tendono a funzionare in modo indipendente e gli elementi di controllo e gli indicatori sono collocati in posizioni diverse, come per esempio i segnali di avviso sullo specchietto retrovisore esterno, gli interruttori sulla leva degli indicatori di direzione, le icone nel quadro di bordo o i display a LED sulla consolle centrale.

Controllo semplificato Con il contributo di fka Forschungsgesellschaft Kraftfahrwesen mbH (una societ�� di ricerca nel campo dell’ingegneria automobilistica) di

Aquisgrana, ZF ha sviluppato “Concept 2020”, un quadro di bordo con sistemi di controllo semplificati. Qui il team �� all’opera per fornire un elenco di tutte le funzioni di assistenza e controllo, in termini di modalit�� di lavoro e visualizzazioni. Il conducente ha una vista a volo d’uccello del proprio veicolo su un monitor centralizzato denominato Head Up Display Instrument Cluster (HUDIC). Una vista a 360 gradi informa il conducente perch�� e fino a che punto il sistema di assistenza sta intervenendo. 

Uwe Class, capo progetto di “Concept 2020” presso ZF, ha commentato: ���I piloti di aeroplani hanno potuto usufruire di visualizzatori d’immagini, come ad esempio orizzonti artificiali, per quasi 100 anni e continuano ad usarli anche oggi. Questo consente loro di catturare una grande quantit�� di informazioni in modo efficiente e, in futuro, questa tecnologia sar�� a disposizione anche dei conducenti di autovetture. Il volante, per esempio, �� progettato senza bordo inferiore e superiore, cos�� da assomigliare maggiormente alla barra di comando di un aereo.���

Aura virtuale attiva sul veicolo La principale caratteristica del display �� la sua capacit�� di visualizzare le funzioni correlate alla sicurezza per tutti i sistemi di assistenza. Esso mostra un ovale con fino a un massimo di tre linee grigie attorno al veicolo ��� ZF l’ha denominata “Active Vehicle Aura” (AVA). Il numero di linee indica il livello di sensibilit�� del sistema di controllo e pu�� essere impostato dal volante. Tre linee indicano che il sistema interverr�� rapidamente e con una reazione pi�� delicata. Una linea indica che l’intervento avverr�� pi�� tardi e in modo pi�� energico. Uwe Class afferma: ���Regolando la sensibilit�� possiamo garantire che tutti i sistemi di assistenza sul veicolo seguano la stessa filosofia.���

Ad esempio, se il conducente avvia una manovra nella corsia adiacente mentre un altro veicolo si trova dietro di lui in diagonale nell’angolo cieco, le linee nell’AVA cambiano forma e colore. Il sistema di assistenza pu�� quindi reagire immediatamente, attivando il singolo controllo del freno della ruota e impedendo lo svolgimento della manovra. Varie applicazioni, quali Blind Spot Assist (assistenza angolo cieco), Adaptive Cruise Control (regolazione automatica adattiva della velocit��) o Lane Keeping Assist (sistema di assistenza per la tenuta della corsia), possono essere individuate e controllate centralmente. “Concept 2020” �� progettato per la guida semi-automatizzata di  Livello 2 – questo significa che il conducente dovrebbe tenere sempre le mani sul volante. Questo sistema �� anche progettato per applicazioni future, in quanto pu�� essere utilizzato anche per livelli di guida autonoma pi�� elevati. Oggi pu�� contribuire a infondere fiducia nelle funzioni automatizzate attualmente disponibili.

Assistenza cintura di sicurezza In “Concept 2020” �� integrato anche un sistema combinato di cinture di sicurezza, che consiste in un dispositivo per il sollevamento attivo della fibbia, denominato Active Buckle Lifter (ABL), e di un arrotolatore a controllo attivo, denominato Active Control Retractor (ACR). L’ACR8 di ZF �� stato anche integrato con sistemi di assistenza elettronici in modo da poter eliminare parte del gioco della cintura di sicurezza qualora una collisione risultasse inevitabile. Inoltre offre un’altra caratteristica per la guida automatizzata – la cintura genera insistenti pulsazioni a frequenza elevata, per informare il conducente che �� necessario un suo intervento.

Uno studio conferma l’accettazione di “Concept 2020” Uno studio scientifico svolto su un simulatore durante lo sviluppo di “Concept 2020” ha confermato l’approccio di base della tecnologia e ha prodotto risultati positivi. Le persone sottoposte ai test sono state in grado di comprendere le funzioni in modo intuitivo, senza necessit�� di ulteriori spiegazioni. Inoltre, rispetto ai sistemi di assistenza dotati di layout convenzionale (anch’essi utilizzati nell���ambito dello studio), le persone sottoposte al test si sono sentite pi�� sicure con il livello massimo di sensibilit�� dell’AVA. La corrispondenza tra lo schermo e gli eventi verificatisi attorno al veicolo ha avuto un ruolo determinante nel generare nel soggetto la fiducia verso le funzioni di guida automatizzata.

Si �� giunti alla conclusione che “Concept 2020” pu�� contribuire a rendere la guida pi�� semplice e pi�� sicura. Inoltre contribuisce a

Lascia un commento.

diciannove + cinque =